• Primo
  • MEDIO
  • 60 minuti

Tartellette semintegrali alla crema di peperoni e Robiola

Ingredienti per 4 persone

Per la sfoglia
80 g di farina 1 macinata a pietra
40 g di farina integrale
40 g di farina di riso impalpabile biologica
80 ml di acqua lievemente frizzante
25 ml di olio extravergine di oliva
5 g sale fino

Per la farcitura
1 peperone rosso
1 peperone giallo
100 g di Robiola Nonno Nanni
1 cucchiaio di grana padano grattugiato (o parmigiano)
olive taggiasche denocciolate a piacere
origano qb
olio extravergine di oliva qb
qualche foglia di basilico per decorare

La Robiola Nonno Nanni è un formaggio fresco dalla consistenza soffice e cremosa e dal sapore gradevole e intenso.

Procedimento

Rivestire il fondo di una teglia con un foglio di carta da forno, adagiarvi i peperoni ed arrostirli per circa 40 minuti a 180°/200° (rigirarli dopo 20 minuti di cottura). In questo modo si potranno facilmente privare della pelle.
Nella ciotola della planetaria, introdurre l'acqua a temperatura ambiente, le farine miscelate e setacciate (non dimenticare di unire anche la cruschetta che rimarrà nel setaccio), l'olio evo ed il sale.
Impastare fino ad ottenere un composto morbido ed elastico. Farlo riposare per circa 30 minuti, dopodiché stenderlo in una sfoglia sottile, ma non troppo.
Preparare la crema di peperoni privando questi ultimi della pelle e tagliandoli poi a pezzetti.
Frullarli con la robiola ed il grana grattugiato ed infine aggiungere un pizzico di sale e l'origano.
Ungere il fondo di quattro stampini del diametro di 9 cm, modellarvi la pasta, farcire con la crema di peperoni, posizionare al centro qualche oliva taggiasca denocciolata, spolverare con un po' di origano secco ed irrorare con un filo d'olio extravergine di oliva.
Infornare a 180° per circa 20 minuti (controllare regolarmente la cottura).

Prodotto

Robiola

La Robiola Nonno Nanni è un formaggio fresco dalla consistenza soffice e cremosa e dal sapore gradevole e intenso.

Ricetta realizzata dalla food blogger

Maria Grazia Maineri

Gli esperimenti di Mary Grace

La cucina è il mio nido. Spignattare è la mia passione. E la mia cooking therapy. Un amore per la buona tavola che risale all’infanzia. Figlia di una cuoca meravigliosa che ancor oggi, ottantenne, prepara piatti semplicemente sublimi.